Durante gli anni 2010-2013, il Patriziato avvalendosi di una cinquantina di volontari ha ristrutturato quelli che erano la stalla e il fienile dell’alpe Caviano. Struttura non più adibita alla pastorizia da oltre 20 anni.

Investiti circa Fr. 200’000.– in materiale e viveri per i lavoratori.
Lo stabile era fino a quel momento affittato a un Patrizio di Castel San Pietro come rustico e adibito a residenza secondaria. L’idea era di mettere a disposizione la struttura alla popolazione, patrizi e non, nella forma tipica di rifugio alpino. La gestione è affidata a guardiani volontari che si alternano durante l’anno nei fine settimana. Gli ospiti possono comunque utilizzare, su richiesta, la struttura autonomamente.
Sono a disposizione un’attrezzata cucina, refettorio per 24 persone, una camera a 18 posti letti,
servizio intero ed esterno, doccia. Terrazza per 30 posti a sedere.

Vai al sito Alpe Caviano